Lago Sevan, Monastero Hayravanq, Cimitero di Noratus, Caravanserraglio degli Orbelyan (Selim), Fabbrica di vino Arpi, Djermuk, Cascata di Jermuk

10% sconto fino al 15 giu

Lago Sevan, Monastero Hayravanq, Cimitero di Noratus, Caravanserraglio degli Orbelyan (Selim), Fabbrica di vino Arpi, Djermuk, Cascata di Jermuk

1. Lago Sevan
Visitare la pagina
Lago Sevan
Il Lago Sevan, che vuol dire "lago blu", è il più grande lago del Caucaso ed uno dei più grandi laghi d’alta quota al mondo. E’ la "perla azzura" dell’Armenia. Ha una superficie di 1400 chilometri quadrati e si trova all’altitudine di 1900 m. sopra il livello del mare. Riceve l’acqua da 28 corsi d’acqua ed ha come unico emissario il fiume Hrazdan. Il lago ha una formazione vulcanica ed è circondato da una catena montuosa. La natura bellissima e l’acqua cristallina creano tutti i comfort per il vostro riposo.
2. Monastero Hayravanq
Visitare la pagina
Monastero Hayravanq
La chiesa Hayravanq è costruita su una roccia alta della riva del lago di Sevan. Purtroppo non è conservata un’informazione sulla data precisa della costruzione della chiesa, ma giudicando delle costruzioni architettoniche, essa si riferisce agli obelischi del IX secolo. Questa chiesa riposta è costruita con le pietre sbozzate ed ha un aspetto semplice.
3. Cimitero di Noratus
Visitare la pagina
Cimitero di Noratus
L'arte di khachkar è l'espressione più brillante della cultura armena del medioevo. Infatti Noratus è considerato "la sinfonia dei khachkar" ed è veramente un museo all'aria aperta, dove sono raccolti centinaia di khachkar unici tra cui si distinguono i khachkar di lavoro sopraffino dei secoli 13-14. E' uno di quei luoghi eccezionali dove si può chiaramente sentire la fioritura cronologica dell'arte di khachkar sul territorio dell'Armenia. L'arte armena di khachkar è inclusa nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità di UNESCO.
4. Caravanserraglio degli Orbelyan (Selim)
Visitare la pagina
Caravanserraglio degli Orbelyan (Selim)
La gola che unisce la regione di Gegharquniq alla quella di Vayots Dzor era la principale rotta commerciale durante molti secoli. Qui passavano le strade di numerose caravane di cammelli che portavano la merce ad ovest. I viandanti e gli animali, che hanno seguito un percorso lungo, avevano bisogno di riposo e per questo scopo nel 1332 sull'ordine del principe Ciessar Orbelyan è stato costruito questo caravanserraglio. Questa costruzione viene illuminata soltanto grazie ai portelli fatti sul tetto. Tale costruzione è stata scelta allo scopo di approvvigionamento della sicurezza dei viandanti. Nella penombra solenne sembra che si sente l'eco delle conversazioni rumorose dei mercanti...
5. Fabbrica di vino Arpi
Visitare la pagina
Fabbrica di vino Arpi
La fabbrica di vino "Arpi" è stata costruita nel 1998, ma opera come attrazione turistica dal 2022. Si trova nel villaggio Arpi, nella regione di Vayots Dzor. Nella fabbrica sono esposti vari tipi di vino, e naturalmente c'è una sala di degustazione e una distilleria. Qui si possono organizzare corsi di preparazione di lavash.

L'ingresso comprende: visita della fabbrica e delle cantine di affinamento, degustazione di 3 tipi di vino, degustazione di vodka alla frutta, vari tipi di salumi e formaggi.
6. Djermuk
Visitare la pagina
Djermuk
Il centro termale famoso Djermuk è situato nella parte nord-est della regione di Vayots Dzor. La regione di Djermuk è celebre per i suoi sorgenti unici sia potabili che minerali. Essendo ricco dell'acqua minerale, Djermuk si distingue anche per il suo clima mite. L'estate è prevalentemente fresca, mentre d'inverno cade molta neve. Tutto questo in combinazione con l'aria fresca di montagne creano tutti i comfort per un riposo bellissimo in uno dei sanatori numerosi di Djermuk.
7. Cascata di Jermuk
Visitare la pagina
Cascata di Jermuk
La cascata di Jermuk alta 68 m si trova nella località turistica di Jermuk, nella provincia di Vayots Dzor. C'è una leggenda piuttosto interessante, collegata ad essa, secondo la quale, sulle ripide scogliere della cascata, viveva un nobile armeno, che aveva una figlia bella come un quadro. Uomini da tutto il mondo continuavno a chiederle di sposarla, tuttavia il cuore della ragazza apparteneva al figlio di un pastore. Ogni giorno si incontravano a tarda notte, lei lanciava una lunga corda nella gola in modo che il ragazzo potesse arrampicarsi per raggiungere la sua casa. Arrivò un giorno in cui il nobile scoprì il loro segreto, e così maledisse sua figlia, dicendo: "Se mai incontrerai di nuovo questo ragazzo, allora voglio che tu ti trasformi in una sirena e che non possa più uscire dal acqua". Proprio il giorno del loro prossimo appuntamento, quando il ragazzo andò incontro alla figlia del nobile, invece di usare la corda, lei gli gettò i lunghi capelli e la maledizione si avverò: la ragazza divenne una sirena e i suoi capelli si trasformarono in una cascata.
Questo è il motivo per cui la cascata di Jermuk è talvolta chiamata "I capelli della sirena".

La stagione più favorevole per visitare le cascate è dalla fine di marzo a giugno, siccome la forza del flusso d'acqua è al suo livello più alto durante quel periodo.

Inclusioni

  • Autisti professionali
  • Veicoli con aria condizionata
  • Acqua in bottiglia
  • Pick-up e drop-off gratis a Yerevan
  • Assicurazione di veicoli e passeggeri
  • Soste extra sul percorso

Esclusioni

  • Deviazioni significative dal percorso
  • Bevande alcoliche se selezionate con l'opzione pranzo
  • Audioguide
  • WiFi nei veicoli